IL TAI CHI

 

Il Tai chi Nasce principalmente come arte Marziale, anche se per i suoi movimenti lenti ed armoniosi  che trasmettono calma e serenità lo rendono piuttosto simile ad   una lenta danza  che ad un ARTE MARZIALE perciò Viene definita come ARTE MARZIALE DOLCE, i movimenti lenti del tai chi, associati alla respirazione addominale favoriscono l’ elasticità  delle articolazioni, migliorano la circolazione sanguigna e il tono muscolare , mantiene la mente attiva e come da una delle ultime ricerche mediche effettuate aiuta  anche chi ha problemi cardiaci

Tai Chi il corpo e le sue parti come vanno usate durante la pratica il corpo nell’ suo insieme deve essere morbido.
( la sua posizione deve essere ben dritta ma non rigida)ciò che ci permette di mantenere l’ equilibro è sicuramente la posizione verticale in modo da essere pronti a qualsiasi tipo di spostamento.la posizione del collo è diritta mentre la testa come se fosse sospesa dall’ alto ciò aiuta la possibilità di mantenere concentrata la mente.
Yang ch’eng fu ricordava che la faccia e tasta dovevano essere ben diritte in modo da favorire lo SHEN (concentrazione Mentale)
per far fluire la concentrazione mentale il collo deve essere mantenuto dritto senza rigidità 

Durante la pratica del tai chi la respirazione è diaframmatica, il torace NON deve effettuare movimenti di espansione o contrazione.
Yan ch’eng fu a questo proposito diceva per evitare che il C’hi
(energia) concentrasse nel petto la soluzione era quella di non gonfiare il torace, oltretutto consigliò di mantenere leggermente rientrato il petto in modo da facilitare la discesa dell’ energia ossia il C‘HI.Le Braccia Non vanno mai tese completamente, i gomiti devonoessere bassi per favorire la respirazione addominale per quanto riguarda questa parte del corpo Yang Ch’eng Fu raccomandava per far scendere i gomiti bisogna rilassarli e tenerli bassi. se essi vengono tenuti alti rendono praticamente impossibile l’ abbassamento delle spalle. 

Molto fondamentale l’uso corretto di gambe e piedi( ciò che ci mantiene)
in uno scritto antico che fu attribuito a sung shu ming si trova una frase in particolar modo che dice:
le gambe devono essere usate per muoversi, ciò vuole mettere in evidenza che NON dobbiamo assolutamente aiutare gli spostamenti inclinando il corpo.”la forza interna ha la radice nei piedi e si sviluppa nelle gambe”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *